Apertura: 17 giugno 2017
Chiusura: 24 settembre

Rifugio con camere spaziose e confortevoli, bar e ristorante

Al Rifugio Re Alberto 1° diamo particolare importanza alla cucina, viziando i nostri ospiti con pietanze tradizionali ladine e tirolesi

Chi ha esperienza di montagna sa quanto sia importante avvistare da lontano la sagoma indistinta di un rifugio alpino, del rifugio programmato come “tappa” della propria escursione, significa provare la soddisfazione d’essere quasi arrivati, pregustare una bevanda dissetante, un piatto caldo, un bicchiere di vino e il riposo su un rustico letto d’alta quota, ma vuol dire anche anticipare in cuore il piacere dell’accoglienza, di un sorriso semplice che ti viene da chi conosce la fatica della salita, da chi sa che cosa significhi amare l’alpinismo!”
Tratto da “Guida ai rifugi del Trentino” – Azienda di Promozione Turistica del Trentino

Il rifugio dispone di stanze medie (3-4 letti) e grandi (6-10 letti) e una camerata

I letti sono a castello di recente ristrutturazione e dotati di coperte e/o piumini e cuscini.
Ricordiamo che è obbligatorio munirsi di sacco lenzuolo o sacco a pelo!
Il bagno è in comune ed è dotato di doccia con acqua calda a gettone.


Il ristorante e la cucina sono il cuore del nostro rifugio e ci teniamo in modo particolare.

La proprietaria, Valeria,  ha scelto con passione di dedicarsi personalmente e ci tiene a preparare con cura piatti tipici ladini e tirolesi, rivolgendo particolare attenzione a scegliere prodotti freschi e regionali. Ogni giorno troverete gustosi canederli e polenta cucinata sul forno a legna, zuppe e piatti freddi oltre ai dolci tipici della tradizione (Kaiserschmarren, strudel di mele, torta di carote e Linzer).
Per poter accontentare tutti gli alpinisti, la cucina è sempre aperta, anche al pomeriggio, con menù ridotto.